Strategie di performance
marketing nel settore automotive

 

L’automobile è un bene di consumo talmente diffuso che non poteva certamente rimanere esente dai cambiamenti messi in campo dalle tecnologie e dal conseguente nuovo modo di fare pubblicità, di fare marketing. Sono cambiate le auto, così come sono cambiati i suoi compratori e quindi anche il modo di rapportarsi messo in pratica dalle aziende.

Se non pensi ancora che questo settore debba utilizzare il mondo digitale, magari la tua opinione cambierà con alcuni dati. IAB ha condiviso il primo Osservatorio digitale del marketing per il settore auto e ha segnalato alcuni dati interessanti:

  • Il settore auto è leader nell’investimento pubblicitario digitale con il 45% dell’investimento nel 2019.
  • Renault e Volkswagen e Ford sono i tre brand leader nell’investimento nei media digitali dell’auto.
  • Alcune delle strategie di performance marketing per il settore auto hanno generato:
    • Oltre 2700 campagne display
    • Oltre 500 brand
    • 55 formati diversi
  • L’88% delle ricerche online sul settore è legato ai brand. E il 78% ha a che fare con le auto di seconda mano.
  • Il profilo di audience potenziale di questo settore è maschile per il 62%. E l’età oscilla tra i 35 e i 54 anni (52%).
  • Un’altra delle caratteristiche legate alle strategie di performance marketing per automotive è che questo ambito è leader nell’investimento display per desktop e mobile.
  • Riguardo alla ricerca per dispositivo emergono gli smartphone per il 67%.
  • Come segnala l’Osservatorio dei brand sui social, il settore auto occupa la terza posizione nel ranking di categorie con più comunità sui social come nel ranking di viralità.
  • Per quanto riguarda la community, Audi, BMW e Volkswagen sono i tre brand che hanno più followers.
  • Per interazioni, il top 3 è formato da Volkswagen, BMW e Mini. 

Come dare vita a tutti questi dati? In cosa si trasformano quando un responsabile marketing intelligente li analizza? Quali conclusioni possiamo trarre?

 

 

I micro momenti sono essenziali

 
 

Think With Google ha pubblicato uno studio che ha rivelato oltre 900 interazioni digitali di un acquirente nel momento in cui voleva affittare l’auto.

Nel 2020 le strategie di performance marketing per il settore auto non cercano di capire i micro momenti. La chiave è raggiungere i clienti nei diversi micro momenti.

Lo studio ha rivelato dove si trovano gli acquirenti, cosa cercano e di quali risposte hanno bisogno esattamente per acquistare o noleggiare un veicolo.

Per esempio quando un cliente potenziale si chiede dove comprare, è probabile che cerchi i concessionari di zona. Durante questo periodo di ricerca, verificherà i siti dei concessionari, guarderà offerte, ecc. Ed è lì dove devi assicurarti di aver considerato un’opzione di ricerca a pagamento e di avere un sito orientato al cliente.

 

 

 

 

Creazione di contenuti per un posizionamento organico

 

Negli ultimi mesi i motori di ricerca e specialmente Google hanno cambiato il modo in cui presentano le informazioni. Cosa che ha permesso alle aziende di occupare alcuni spazi per mostrare le proprie informazioni. In questo caso ti consigliamo di aggiornare il tuo sito tenendo conto delle tendenze SEO. E, ovviamente, devi considerare i tips per il miglior redattore SEO del momento.  

 

L’importanza dei social

 
 

I social, oltre a darti visibilità e l’opportunità di generare nuovi clienti potenziali, sono una vetrina molto influente. Soprattutto perché si condividono diverse testimonianze che possono aiutare i cleinti potenziali a fare l’ultimo passo.

Per esempio Facebook è un canale dove le persone parlano delle decisioni che hanno preso o stanno prendendo. Twitter ospita discussioni sui pro e contro della maggior parte dei veicoli. Per esempio se cerchi l’hashtag #BMW troverai diverse opinioni.

Pinterest è riconosciuto per essere un brand ambizioso. È la piattaforma in cui gli utenti salvano immagini di ciò che amano. E quindi non si può ignorare l’opinione del cliente.

Anche LinkedIn, noto come il social delle attività, è rilevante. La gente lo utilizza per cercare veicoli aziendali o commerciali.

L’industria dell’auto deve aggiornarsi quando si tratta di social. Come hai potuto osservare prima, il settore dell’auto occupa la terza posizione sia nel ranking delle categorie con più communities su social sia il ranking di viralità. Ed infine, Instagram. Qui sotto potete vedere come si muovono i principali marchi sul social più di tendenza del momento.

 

Marketing mobile

 

Anche se sembra evidente, tutte le strategie di performance marketing per il settore auto, devono adattarsi ai dispositivi mobile.

Se la tua strategia non si adatta ai mobile, avrai perso il 18% dei possibili acquirenti che utilizzano solo questo tipo di dispositivo.

Inoltre, ora, la geolocalizzazione o geofencing permette ai concessionari di salutare i clienti indipendentemente da dove si trovano. In questo modo si possono inviare notifiche sulle vendite e sugli inventari quando le auto sono disponibili nell’area del cliente.

Think With Google ha rivelato che la metà degli acquirenti di auto con dispositivi mobile usa lo smartphone mentre è dal concessionario.

Per i brand si tratta di un’opportunità. Possono conquistare i clienti mentre si trovano da altri concessionari. Da qui l’importanza di saper agire nei micro momenti.

 

Automotive

Hai bisogno di un’azienda specializzata in strategie di performance marketing per il settore auto?

 

Noi di Digitalya abbiamo degli account specializzati nel performance marketing strategico per il settore automotive. Se vuoi ottimizzare le campagne digitali della tua concessionaria ed essere aggiornato sulle ultime tendenze con noi è possibile. Per informarti sui servizi che possiamo fornire al tuo brand, contattaci.